• Ultime notizie

logo regione
Diminuiscono gli stanziamenti per ambiente, istruzione, sicurezza.; aumentano quelli per sociale, formazione, enti locali. Oggi ci sarà l'ultimo passaggio in commissione, domani l'atto andrà in aula. Il bilancio di previsione 2016 è pronto. Oggi ci sarà l'ultimo passaggio in commissione Affari istituzionali; domani, con un ritardo di un mese e mezzo sui termini imposti dalla legge (l'ente è in esercizio provvisorio), il più importante atto di programmazione della Regione approderà in aula per il via libera definitivo.

 

Lo presenterà il governatore Luca Zaia (è la prima volta che accade) e da Palazzo Balbi assicurano che ne uscirà in fretta, senza troppi sconvolgimenti: le poste sono blindate e i margini di mano-vra, anche alla luce delle nuove regole in materia di contabilità pubblica, risicatissimi. Com-plessivamente, si ragiona su un budget che tra risorse dirette (della Regione) e indirette (provenienti dallo Stato e dall'Unio-ne Europea) sfiora i 15,3 miliardi. L'opposizione, Pd in testa, ha già iniziato a cannoneggiare, denunciando tagli alla cultura (sabato) e al sociale (lo farà questa mattina, in una nuova conferenza stampa).

A con-frontare le poste del bilancio di quest'anno con quelle dell'anno scorso non c'è dubbio che alcune limature, anche poderose, saltino subito all'oc-chio ma va detto che in altri casi i budget a disposizione degli assessori sono stati ritoccati all'insù, talvolta di svariati milioni, con una scelta evidentemente legata alle priorità politiche della nuova giunta. Leggendo le tabelle redatte dagli uffici del vice presidente con delega al Bilancio Gianluca DD data n stampa dal 1980 rnonitoraggio media Il voto Mia è blindato, anche se il Pd ormai da giorni sta attaccando il governatore sui tagli Forcolin, in ogni caso, il dato finale risulta in rosso di 17 milioni.

Chi ci perde A patire la sforbiciata più pe-sante, con riferimento esclusi-vamente ai soldi messi dalla Re-gione, è la mission tutela dell'ambiente (assessore Giampaolo Bottacin) che passa dai ioo milioni del 2015 a 52 milioni, con un meno 47 milioni che andrà ad impattare anche sulla lotta al dissesto idrogeologico, se non si troveranno dei correttivi in corsa. L'istruzione (assessore Elena Donazzan) dovrà fare a meno di 8 milioni (dai 4o del 2015 ai 32 di quest'anno) mentre sono ridotti al lumicino i fondi per la sicurezza, passati da 5 a 1,6 milioni (assessore Cristiano Corazzari) e questo certo fa riflettere sull'eco che l'argomento ha avuto in campagna elettorale e continua ad avere nei talk show.

Altri 3,5 milioni sono stati tolti al settore dei trasporti, quindi la cultura (di nuovo il povero Corazzari), che svuotata di 3 milioni potrà contare su un budget di mera testimonianza, 4,7 milioni secondi solamente alle politiche giovanili, che con i loro 1,6 milioni fanno da mesto contraltare al gran parlare che si fa dei ragazzi e dell'urgenza di investire sul futuro.

Chi ci guadagna Di contro, Forcolin ha scelto di aumentare le risorse dedicate alle relazioni con le autonomie locali (tema di cui si occupa in prima persona), che passano da 18 a 44 milioni, con un più 25 milioni utile anche a pagare gli stipendi dei dipendenti delle Province (il raffronto è fatto con i soldi effettivamente stanziati nel 2015, dopo l'assestamento approvato in occasione della cancellazione della «legge marchetta», non con quelli indicati a inizio anno nel previsionale poi disatteso; una precisazione dovuta per tutti i paralleli riassunti in alto). Priorità è stata data anche alla formazione professionale e alle politiche per il lavoro: il contra-sto alla disoccupazione (Do-nazzan) avrà ig milioni in più, per complessivi 56 milioni, e nella stessa direzione va il potenziamento delle politiche sociali (di cui si occupa Manuela Lanzarin) che avranno g milio-ni in più, arrivando a quota 39 milioni

7302

arancio ad cna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"

arancio ad cna